Crea sito

Statuto

PRINCIPI ASSOCIATIVI – (Estratto dallo STATUTO)

Art.1 SiciliAntica è una Associazione di Volontariato, strumento per costruire, con la partecipazione responsabile di tutti, una comunità realmente rispettosa della propria memoria storica. Opera per la ricerca, lo studio, la conoscenza, la tutela, la valorizzazione e la fruizione dei beni culturali, considerati nella molteplicità dei loro aspetti, non prescindendo dall’interesse per l’ambiente ed il territorio in cui gli stessi beni sono inseriti e dai quali non possono essere avulsi.

L’Associazione SiciliAntica nasce primariamente come luogo di confronto e di dibattito tra persone per le quali il rispetto per l’uomo e la comunità fa scaturire l’interesse verso tutto ciò che le civiltà hanno prodotto e tramandato nel corso dei secoli. L’Associazione vuole essere espressione di un intenso impegno culturale e sociale, sintesi tra un forte senso etico e un profondo radicamento nel territorio.

L’Associazione vuole contribuire alla costruzione di un futuro più giusto, di una società più rispettosa del proprio passato.

Art.2

L’Associazione SiciliAntica:

Si pone come luogo di confronto, di dibattito, di elaborazione, al fine di educare al valore della partecipazione e della solidarietà e ai fondamentali valori della persona e della comunità.

Si pone come obiettivo di promuovere la conoscenza, la tutela, la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale e ambientale, di favorire il rispetto e l’attuazione delle leggi per la salvaguardia ed il recupero dei beni archeologici, artistici, architettonici, storici e ambientali, sviluppando proposte, anche di carattere legislativo, per migliorarne la gestione.

Svolge un’azione di sempre maggiore coinvolgimento dell’opinione pubblica, affinchè si sviluppi la consapevolezza che la difesa del patrimonio culturale e ambientale è sinonimo di difesa della memoria storica dell’uomo, da valorizzare e conservare per le future generazioni; promuove la partecipazione dei cittadini ad una migliore gestione dei beni culturali e ambientali e ad una modifica dei comportamenti individuali e collettivi; si batte per un modello di sviluppo fondato sull’uso appropriato delle risorse naturali ed umane; si batte afflnchè il territorio ritorni ad essere vivibile; si batte per la tutela dell’ambiente, delle specie animali e vegetali, ricreando un equilibrato rapporto tra cittadino e natura e tra la comunità e il suo passato; progetta e propone il recupero di antichi edifici, non utilizzati o in stato di abbandono; segnala agli uffici competenti gli interventi urgenti relativi al patrimonio archeologico, storico e artistico; organizza campi di lavoro e di studio nei siti archeologici e nei centri storici, per il recupero ambientale e il risanamento di strutture architettoniche; organizza campi di studio per ragazzi, per la conoscenza del patrimonio archeologico, monumentale, artistico e ambientale; promuove, nell’ ambito della scuola di qualsiasi grado, conferenze ed incontri sui beni culturali per stimolarne la conoscenza, realizzando concorsi, o borse di studio in collaborazione con enti pubblici e privati; favorisce lo sviluppo di itinerari per un turismo culturale, valorizzando le risorse artistiche, ambientali ed agrituristiche del territorio; collabora con gli organi preposti alla Protezione Civile per le emergenze sui beni culturali, in via preventiva o in caso di effettivo pericolo.

Per il raggiungimento dei suoi fini sociali, l’Associazione utilizza tutti gli strumenti, anche giuridici, che ritiene più idonei per la difesa dei beni culturali e ambientali.

Art.3

L’Associazione SiciliAntica si propone inoltre per l’affermazione dei suoi scopi sociali:

  1. la promozione e l’organizzazione di ogni forma di volontariato attivo dei cittadini e dei giovani in particolare, nel campo dei beni culturali e ambientali, al fine della costruzione di una coscienza di partecipazione, di solidarietà, di giustizia;
  2. la conoscenza e il recupero del patrimonio di storia, costumi, tradizioni, arte e folklore della propria terra, sia autonomamente che con la collaborazione delle istituzioni culturali, artistiche, sociali preposte;
  3. l’effettuazione di studi e ricerche tendenti a favorire ogni iniziativa necessaria per il conseguimento degli scopi sociali;
  4. l’apertura di centri studio e biblioteche al fine di una maggiore diffusione della cultura e di creazione di luoghi e momenti di confronto e di dibattito;
  5. la gestione diretta o a supporto degli enti pubblici preposti, senza scopo di lucro, di musei, parchi archeologici, beni artistici, architettonici, monumentali, pinacoteche, emeroteche, archivi, biblioteche;
  6. la produzione, la distribuzione, la diffusione e la vendita di materiale scientifico, tecnico, culturale, didattico, attraverso stampati, radio, televisione e qualsiasi mezzo di divulgazione, ivi comprese pubblicazioni e materiale per conto terzi, sia singole persone che associazioni o enti i cui fini non siano in contrasto con gli scopi sociali;
  7. lo svolgimento e l’organizzazione in proprio o con la collaborazione di altri organismi ed enti, culturali, sociali, economici, istituzionali, attività culturali, congressi, conferenze, giornate di studio, seminari, mostre, incontri, campi di ricerca, corsi di sperimentazione o qualificazione, borse di studio, dibattiti, convegni, attinenti allo scopo sociale;
  8. la realizzazione di qualsiasi altra attività inerente il campo dei beni culturali e ambientali;
  9. la promozione di qualsiasi iniziativa sociale compatibile con le finalità della Associazione.

Art.4 – L’Associazione si articola nell’ambito della Regione Sicilia. L’Associazione non ha fini di lucro. L’Associazione potrà, con decisione dell’Assemblea regionale, federarsi con altre Associaziotti e/o movimenti che perseguono scopi sociali non incompatibili con l’Associazione.

Art.5 – Nel rispetto delle indicazioni dello Statuto l’Associazione SiciliAntica si dota di tutti gli strumenti tecnici e amministrativi, ritenuti utili per raggiungere i propri fini. Può stabilire convenzioni con il Ministero per l’utilizzazione di obiettori di coscienza.

Art.6 – L’Associazione SiciliAntica pubblica una rivista, strumento di libero confronto, di dibattito, di denuncia e di progetto, al servizio dei beni culturali e ambientali dell’isola.

Partecipazione dei Soci

Art.7 – Possono aderire all’Associazione tutte le persone che abbiano compiuto almeno il sedicesimo anno di età, le quali condividano i principi e gli scopi sociali dell’Associazione ed accettino le regole enunciate nel presente Statuto e nel Regolamento. Ogni aderente partecipa con le proprie capacità, in una delle articolazioni previste, alla crescita dell’Associazione e alla elaborazione dei suoi indirizzi. Entro il 31 dicembre di ogni anno è tenuto a corrispondere il contributo sociale, determinato dal Consiglio regionale, relativo all’anno solare successivo. Sono soci onorari coloro che abbiano dato contributi di rilevante interesse nel campo dei beni culturali. I soci onorari, nominati dal Consiglio regionale, non sono obbligati al pagamento della tessera. Non godono dell’elettorato attivo e passivo.

Art.8 – La qualità di socio viene meno per dimissioni dell’aderente. Viene altresì meno quando l’aderente non abbia provveduto a pagare il contributo sociale annuo. La qualità di socio viene meno, inoltre, a seguito dell’adozione di provvedimento di espulsione quando abbia tenuto un comportamento che contrasti con i principi e gli scopi dell’Associazione e/o che comporti grave violazioni degli obblighi sociali. La delibera di espulsione, decisa dagli organi direttivi locali o regionali, deve essere comunicata, per intero, all’interessato il quale, entro 30 giorni dalla relativa ricezione potrà ricorrere al Collegio dei Probiviri. Gli associati che abbiano receduto o che siano stati esclusi o che comunque abbiano cessato di appartenere all’Associazione, non possono ripetere i contributi versati, nè hanno alcun diritto sul patrimonio dell’Associazione.

L’Associazione locale

Art.9 – Organismi di base dell’Associazione sono le Sedi locali. Esse partecipano all’Assemblea regionale in proporzione ai loro iscritti.

Organi della Sede locale sono:
  1. l’Assemblea degli iscritti, a cui partecipano tutti i soci in regola con il pagamento della tessera annuale;
  2. il Consiglio, di cui devono far parte un Segretario, un Economo e il Responsabile ragazzi e dura in carica tre anni;
  3. il Presidente, cui spetta il compito di rappresentare e coordinare il lavoro dell’Associazione locale. Il Presidente dura in carica tre anni e può essere riconfermato, solo per il triennio successivo. Ogni Sede locale adotta un Regolamento interno che deve essere approvato dal Consiglio regionale.

Art.10 – Possono aderire a SiciliAntica Gruppi, Circoli, Clubs, o singole realtà organizzate, che conservano la loro autonomia, purchè adottino la tessera sociale e il presente Statuto. Il responsabile partecipa alle Assemblee provinciali e regionali.

Art.11 – E’ possibile costituire all’ interno di particolari ambiti territoriali organismi di collegamento. Il Coordinamento, se riconosciuto dal Consiglio regionale, partecipa con un suo rappresentante e con diritto di voto alle Assemblee provinciali e regionali.

Art.12 – Nella consapevolezza dell’ importanza che i ragazzi svolgono per la costruzione di una nuova cultura sui beni culturali e ambientali l’ Associazione è aperta anche ai ragazzi. Ai gruppi di SiciliAntica Ragazzi, possono partecipare i ragazzi dai 6 ai 15. I gruppi si articolano in varie sezioni a secondo le età. Nelle sedi locali, dove esiste un Gruppo di SiciliAntica Ragazzi, l’Assemblea dei soci elegge un responsabile adulto che entra a far parte del Consiglio direttivo locale.